Nizioleti
icon

CAMPO SANT'AGNESE

/treks/immersi-nell-arte/campo-sant-agense/dscn7469.jpg/treks/immersi-nell-arte/campo-sant-agense/dscn7470.jpg

Il campo prende nome dalla chiesa di S. Agnese, costruita sembra prima dell'anno 1000 dalla famiglia Melini.
La storia di Santa Agnese, che molto ricorda quella di Santa Lucia, risale ai tempi dell'Impero Romano e fu martire giovanissima (pare sui 12 o 13 anni) e molto venerata dai cristiani.
Ci sono varie versioni del suo martirio, dall'essere stata bruciata viva, all'esser stata decapitata poiché il fuoco non la sfiorò, all'essere stata messa prima in un postribolo dove un solo giovanotto ebbe il coraggio di provare ad avvicinarla e venne accecato da un angelo.
Nel corso dei secoli molti sono gli episodi succedutisi nella zona di Sant'Agnese. Tra i più ameni si ricordano: il fatto che in tale contrada venissero trasportati nel XIV secolo gli abitanti dell'isola di Poveglia, rissosi e disobbedienti al governo; l'inizio della peste del 1600 nella persona di Giovanni Maria Tirinello, falegname, che abitava dietro il campanile e che sembra possa aver contratto tale malattia andando a lavorare per Guardiani di Sanità nell'isola di San Clemente, dove era da poco morto di peste con cinque servitori il marchese di Strigis, ambasciatore del duca di Mantova; l'esplosione generata da uno scavo per la realizzazione di uno dei vari pozzi artesiani costruiti nella zona, con conseguente colonna di fango e sabbia che, spinta dall'acqua e gas sprigionatisi durante la trivellazione, arrivò fino a quaranta metri di altezza andando poi ad abbattersi sulla chiesa e gli edifici adiacenti lesionandoli.
Al centro del campo si trova una vera da pozzo, risalente al 1500, che riporta scolpito, oltre alla data di costruzione, anche un rilievo che, si dice, raffiguri Santa Agnese con la palma del martirio e un agnello

/treks/immersi-nell-arte/campo-sant-agense/newpoi-054.jpg/treks/immersi-nell-arte/campo-sant-agense/newpoi-057.jpg/treks/immersi-nell-arte/campo-sant-agense/newpoi-056.jpg

/treks/immersi-nell-arte/campo-sant-agense/dscn7468.jpg

Vai a
iconCampo San Basegio
iconFondamenta Ognissanti
iconEl Nono Colussi
Calle Lunga San Barnaba Dorsoduro 2867/A
iconPonte dei Pugni
iconCampiello dei Squelini
iconBottega Tramontin Gondole
DorsoDuro 3282
iconSotoportego del Casin dei Nobili
iconPonte de le Meravegie
iconCampo San Trovaso
iconCampo Sant'Agnese
iconPonte dea Calcina
iconIncurabili
iconOrsola Mainardis
Dorsoduro 394
iconCampiello allo Spirito Santo
iconRio Terà ai Saloni
iconRio Terà dei Catecumeni
iconCampo dea Salute
iconBottega D'Arte San Vio
San Vio Dorsoduro 720/B
iconBacArt Studio
Rio Terà San Vio Dorsoduro 862
iconCampo dea Carità

Torna a
dotImmersi nell' Arte
attorno alla Salute

Copyright © 2015 Massimiliano Bianchi e Associazione Artigiani di Venezia - Tutti i diritti riservati

Artigianservizi   Camera di Commercio - Venezia   Confartigianato Venezia
Developed by gb-ing
Graphic design by Sevollai Computer Art
Powered by etc-cms
Privacy policy