Nizioleti di Venezia

alla scoperta

di arte e artigianato

a Venezia

Luogo artistico 12

INCURABILI

/treks/immersi-nell-arte/incurabili/dscn7477.jpg

/treks/immersi-nell-arte/incurabili/dscn7476.jpg/treks/immersi-nell-arte/incurabili/dscn7482.jpg

Tutta la zona prende il nome dall'Ospedale degli Incurabili che fu costruito qui nel 1522 da Maria Malipiero e Marina Grimani su indicazione di San Gaetano da Thiene.
Gli Incurabili dell'epoca erano quelli che si ammalavano di sifilide. Tale malattia era stata portata in città dai soldati di Carlo VIII di Francia nel 1400, ed infatti era anche detta "mal francese". L'ospedale e la relativa chiesa costruita a fianco sembra siano state costruite su modelli di Antonio Zentani, assistito dal Sansovino, e che la fabbricazione fosse stata realizzata dal Da Ponte. Negli ultimi secoli la chiesa, quando l'Ospedale fu adibito a caserma, venne distrutta facendo spazio all'attuale cortile.
Interessanti patere e frammenti sono ancora oggi visibili nella zona, in particolare nel campiello degli Incurabili, che si trova all'interno

/treks/immersi-nell-arte/incurabili/dscn7479.jpg/treks/immersi-nell-arte/incurabili/dscn7480.jpg/treks/immersi-nell-arte/incurabili/dscn7481.jpg

Nell'adiacente rio terà di S. Vio sono presenti delle statuette di Cristo con conchiglia protettiva sovrastante agli angoli di una casa, una vera da pozzo ed una caratteristica mezza vera da pozzo

/treks/immersi-nell-arte/incurabili/dscn7483.jpg/treks/immersi-nell-arte/incurabili/newpoi-106.jpg/treks/immersi-nell-arte/incurabili/newpoi-109.jpg/treks/immersi-nell-arte/incurabili/newpoi-108.jpg

 

Artigianservizi   Camera di Commercio Venezia   Confartigianato Venezia

Copyright © 2015-2019 Massimiliano Bianchi e Confartigianato Venezia - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

117290