Nizioleti di Venezia

alla scoperta

di arte e artigianato

a Venezia

Itinerari Immersi nell'Arte Bottega D'Arte San Vio
Bottega artigiana 18

BOTTEGA D'ARTE SAN VIO

San Vio Dorsoduro 720/B

/treks/immersi-nell-arte/bottega-d-arte-bacci/dscn7499.jpg

/treks/immersi-nell-arte/bottega-d-arte-bacci/00-foto3.jpg

Gregorio Bacci Giagan nasce a Venezia il 30 agosto 1970. Suo padre Giorgio Bacci Baik e suo zio Edmondo Bacci sono stati entrambi artisti molto noti a partire dagli anni ’50 del secolo scorso. Già dai tempi dell’università lavora nella galleria/atelier di suo padre ‘Bottega d’Arte S. Vio’ nel sestiere di Dorsoduro accanto al museo Guggenheim. Qui coltiva la sua passione per la pittura e apprende le principali tecniche artistiche. Conclusi gli studi, prende in gestione l’attività di famiglia e si dedica completamente alla pittura.
Adotta lo pseudonimo di Giagan, come aveva già fatto suo padre con Baik, per differenziarsi dai suoi maestri e nello stesso tempo per inserirsi così nella tradizione di famiglia. 

/treks/immersi-nell-arte/bottega-d-arte-bacci/07-foto1.jpg

/treks/immersi-nell-arte/bottega-d-arte-bacci/01-ponte-de-la-piova-v.jpg/treks/immersi-nell-arte/bottega-d-arte-bacci/02-ogetro-potos.jpg
Le sue opere su tela a firma Giagan rappresentano vedute di Venezia, una Venezia però lontana dalle tradizionali raffigurazioni della città, in cui la vivacità dei colori e la dinamicità delle forme rendono del tutto originale il lavoro di questo artista.

/treks/immersi-nell-arte/bottega-d-arte-bacci/03-home.jpg/treks/immersi-nell-arte/bottega-d-arte-bacci/04-el-terzo-salto-nel-vodo.jpg/treks/immersi-nell-arte/bottega-d-arte-bacci/05-involuzione.jpg
Parallelamente a queste opere in cui prevale il paesaggio veneziano, l’artista esegue altri progetti, realizzati attraverso la sperimentazione di tecniche pittoriche e materiali diversi, dalla tradizionale doratura e pittura ad olio alla moderna stampa fotografica, all’elaborazione digitale. L’artista in questo caso si firma G. Bacci per ribadire l’ indipendenza e la varietà dei diversi momenti del suo percorso creativo.
Per Giagan esiste un’altra Venezia. Una città che è un labirinto di strade chiamate calli. L'artista prende per mano lo spettatore e e lo accompagna per queste piccole vie con i loro incroci e le loro intersezioni, il loro andare sempre diritto o il curvare inaspettatamente. Il più delle volte sono strette e scure, ma ogni tanto vengono colpite da lampi insperati di luce. Spesso non ci conducono in nessun luogo, altre volte si aprono in un campiello alberato e pieno di sole o portano a un ponte storto. I palazzi alzandosi alti attorno a noi si allungano, si piegano e si inclinano fino a risucchiarci in un vortice vertiginoso che è il cuore pulsante della mia città. Ci possiamo trovare a fiancheggiare un tranquillo canale nascosto dove l’acqua riflette come seta le lievi antiche pietre o a passare attraverso un buio sottopasso che odora di muffa e umido, ma alla fine torniamo sempre alla luce dove il colore risplende radioso.

/treks/immersi-nell-arte/bottega-d-arte-bacci/06-rio-de-la-paxe-ii.jpg/treks/immersi-nell-arte/bottega-d-arte-bacci/08-foto4.jpg/treks/immersi-nell-arte/bottega-d-arte-bacci/09-foto0.jpg/treks/immersi-nell-arte/bottega-d-arte-bacci/11-incontro-a-venezia.jpg/treks/immersi-nell-arte/bottega-d-arte-bacci/12-uomo-con-rana.jpg

 

 

Contatti

TelefonoTelefono
0415287934

Artigianservizi   Camera di Commercio Venezia   Confartigianato Venezia

Copyright © 2015-2019 Massimiliano Bianchi e Confartigianato Venezia - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

117319