Nizioleti
icon

CAMPO DEI MORI

/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn7082.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn7076.jpg

La particolarita del campo, da cui il nome, deriva dalle tre statue incastonate nelle pareti di un antico corpo di fabbriche presenti nel campo. Le tre statue rappresentano tre uomini orientali di pelle scura (Mori).  I tre risultano essere tre fratelli Rioba, Sandi e Afani della famiglia Mastelli del Cammello che costruirono l'intera zona.

/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn6917.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn6922.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn6923.jpg

Un quarto lo si ritrova invece un po discosto sulla fondamenta

/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn6920.jpg

I tre fratelli erano stati chiamati Mastelli perché, secondo le cronache, ”possedevano migliaia di mastelli pieni di zecchini d’oro”.

Tra le tre statue quella più famosa risulta essere quella di Sior Antonio Rioba; nell'Ottocento la statua perse il naso e questo gli venne rifatto con un pezzo di ferro improvvisato. Da ciò nacque la leggenda che sfregandolo si avrebbe avuto fortuna

/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn7225.jpg

Secondo un'altra tradizione tra gli affari praticati c'era anche la gestione di una banca, attraverso la quale fu truffata una signora veneziana molto religiosa che pregò Santa Maria Maddalena di scagliare la sua maledizione sui tre mercanti. Per miracoloso prodigio i Mastelli divennero tre statue di pietra, che furono messe in una nicchia di Campo dei Mori a monito per quanti li vedevano.

Sulla fondamenta ai piedi del ponte c'è la casa gotica del XV secolo che fu dimora del pittore Tintoretto dove morì nel 1594

/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn6921.jpg

Poco distante un bassorilievo sulla facciata di Palazzo Mastelli (sul Rio della Madonna dell’Orto) raffigurante un uomo con il turbante, in veste orientale, che conduce un cammello, farebbe riferimento al commercio delle spezie esercitato dalla famiglia/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn7088.jpg

/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn6933.jpg

L'interno del palazzo presenta una vera da pozzo e degli interessanti colonnati

/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn7230.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn7228.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn7229.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn7231.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn7232.jpg

mentre in campo si ritrova una ulteriore vera da pozzo una patera e un capitello:

/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn6924.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn7086.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn7072.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn7073.jpg

Dal campo poi si accede alla splendida chiesa della Madonna dell'Orto con il particolare pavimento del sagrato a spina di pesce

/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn2823.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn2822.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/campo-dei-mori/dscn2820.jpg

 

 

Vai a
iconLista di Spagna
iconCalle de le Procuratie
iconPonte de la Crea
iconOrsoni
Cannaregio 1045/A
iconFondamenta de le Capuzzine
iconGhetto
iconPonte del Lustraferi
iconNicolao
Cannaregio 2590
iconCampo dei Mori
iconFonderia Artistica Valese
Madonna dell'Orto Cannaregio 3535
iconSotoportego de l'Abazia
iconCalle de la Racheta
iconCorte dei Pali

Torna a
dotL'arte delle Decorazioni
nella Cannaregio nascosta

Copyright © 2015 Massimiliano Bianchi e Associazione Artigiani di Venezia - Tutti i diritti riservati

Artigianservizi   Camera di Commercio - Venezia   Confartigianato Venezia
Developed by gb-ing
Graphic design by Sevollai Computer Art
Powered by etc-cms
Privacy policy