Nizioleti di Venezia

alla scoperta

di arte e artigianato

a Venezia

Luogo artistico 6

GHETTO

/treks/l-arte-delle-decorazioni/ghetto/dscn6902.jpg

/treks/l-arte-delle-decorazioni/ghetto/dscn6811.jpg

La parola Ghetto o Getto deriva dal fatto che in questa zona anticamente vi erano le fonderie pubbliche della città. Risulta che tale zona fosse all'epoca chiusa e attraverso una sola porta ed un ponticello si accedeva ad una ulteriore zona dove venivano accatastati gli scarti delle fornaci, da cui le due zone Ghetto Vecchio e Ghetto Nuovo.

/treks/l-arte-delle-decorazioni/ghetto/dscn6812.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/ghetto/dscn6893.jpg

Dagli inizi del 1500 le fornaci vennero chiuse e la zona fu adibita ad abitazione per gli Ebrei. Venezia fu la prima città che decise di tenere separati gli Ebrei dal resto della popolazione, di fede Cristiana, e il termine Ghetto perciò divenne così famoso da essere poi utilizzato per identificare analoghe zone nelle altre città e territori.
Per assicurarsi che non uscissero dalla loro zona, le porte di accesso venivano chiuse di sera fino alla mattina successiva e guardie armate sostavano intorno per evitare qualsiasi rientro o uscita al di fuori del periodo concesso.

/treks/l-arte-delle-decorazioni/ghetto/dscn6893.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/ghetto/dscn6894.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/ghetto/dscn6896.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/ghetto/dscn7059.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/ghetto/dscn6898.jpg/treks/l-arte-delle-decorazioni/ghetto/dscn7060.jpg

 

Artigianservizi   Camera di Commercio Venezia   Confartigianato Venezia

Copyright © 2015-2019 Massimiliano Bianchi e Confartigianato Venezia - Tutti i diritti riservati
Developed by gb-ing, powered by etc-cms

termini d'uso - esclusione di responsabilità - privacy e cookie

83367